PAOLA GIORDANO – “Souvenir” – Capri

Location

Certosa di San Giacomo

Data
8 luglio – 31 luglio 2016
Indirizzo
Via Certosa
Capri (Napoli)

Print pagePDF pageEmail page

PAOLA GIORDANO – “Souvenir” – Capri

3
1
2
4
5
6
8
9
11
10
7
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
26
25
29
27
28
30
31
32

invito_

Paola Giordano ha vissuto la sua infanzia a Capri; suo padre Alvaro, già affermato pittore, l’accompagnava per lunghe passeggiate a Tragara, all’arco naturale, a Marina Piccola, ad Anacapri e con lui, e grazie a lui, ha mosso i suoi primi passi nel mondo della pittura.

Trasferitasi in seguito a Milano, ha continuato a sentire il richiamo dell’isola dove è tornata spesso, anche per lunghi periodi, per vivere nella sua dimora a Tragara.

La natura dell’isola, selvaggia e dolce allo stesso tempo, è stata la fonte ispiratrice del suo fare arte. I fiori e i profumi, fragranze incontaminate, sono diventati ispirazione, simbolo di vita, sempre nuovi e sempre diversi. Con la consapevolezza che i colori non possono ricreare i profumi, è ricorrendo all’atto creativo che Giordano cerca di supplire a tale privazione: le linee, il gesto immediato, spesso pulito e a volte contorto e rabbioso, i colori violenti, l'uso di materiali come le molle a simboleggiare steli immaginari che riproducono ombre sulla tela, ghirigori stilizzati che al variare della luce prendono vita. Ricorre anche all’utilizzo di puntine, che con la loro lacerazione, fissano, definiscono spazi, creano materia che si aggiunge alla materia. Ritroviamo nelle sue opere vortici di colori forti, come sono forti e intensi i profumi incastonati nella sua memoria. Colpi di spatola essenziali, come in "Faraglioni" dove la natura è simbolica, scevra di ogni naturalismo naïf, ma pulita e diretta, pittura concettuale per un’immagine che ne fa di Capri l'immagine scontata.

E poi il “Il gabbiano”, che volteggiando alto insieme alle stelle nel cielo di Capri, con le sue mille sfumature di blu, sembra accompagnarti ovunque posi lo sguardo. Eccolo quindi, stilizzato, pulito, spatolato, graffiante, librarsi essenziale nel tutto. Linee decise e immediate sottolineate spesso dall’uso di colori spray accentuandone la forza, con la contemporaneità del messaggio gestuale che è tipico della tecnica del graffito.

Capri quindi, come stimolo creativo, un percorso fatto di immagini e ricordi riformulati, rivissuti e ricreati, elaborazione mentale di un mondo magico e sempre amato intensamente.

 

 

Maurizio Siniscalco

PGiordano_SOUVENIR_CS

PGiordano_SOUVENIR_CS

Info

Mostra a cura di

Maurizio Siniscalco

Organizzazione

> ArteAs

> Polo museale della Campania

Coordinamento Tecnico-Scientifico

Patrizia Di Maggio

Coordinamento e cura redazionale

Marco Polito

Catalogo

iemme edizioni, Napoli

 

Foto

Roberto Ponti

Allestimento

Józef Czerw

Con il patrocinio di

> Città di Capri

> Comune di Anacapri

> Accademia di Belle Arti di Napoli

> Fondazione Axel Munthe – Villa San Michele

> Femptec – Fundação de Gestão de Projetos, Rio de Janeiro

> UERJ – Universidade do Estado do Rio de Janeiro

ufficio stampa / info

> ArteAs

> Polo museale regionale della Campania